Nelle viscere del mare

DSCF3828.JPG

Silenzio.

Quiete.

L’acqua è olio immobile, densa e pesante su questo corpo che non ho scelto.

L’alito dell’Oceano respira tra le alghe.

Le pinne dei pesci si seguono danzando.

Le Sirene amano i loro Tritoni. Si guardano a lungo e si baciano lenti.

In superficie le onde si schiantano e il vento soffia contro le vele.

Ma quaggiù, attaccata al fondale, regna la pace.

Il mondo, con i suoi dolori, è tanto distante.

La vita dell’attimo appare presente.

Nell’oscurità, la più piccola luce si vede.

Spezza il nero. Riflette amore.

Vivrò quaggiù, un giorno. In profondità.

Fino a quando la mia pelle non si farà acqua e la mia anima non sarà tornata a casa.

A. Gray


8lnq4q1

Silence.

Peace.

The water is oil, dense and heavy on this body that i did not choose.

Ocean breath breathes between algae.

The fins of fishes follow each other, dancing.

Mermaids love their Newts. They look a long into their eyes and they kiss slowly.

On the surface the waves crash and the winds blow against the sails.

But down here, stuck to the seabed, the peace is the king.

The world, with its pains, is so distant.

The life of the moment appears present.

In the darkness, the smallest light you see.

Breaks the black. Reflects love.

I’m going to live here, one day, in the depth.

Until my skin will become water and my soul will come back home.

A. Gray

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...